Consulta il CV di M. Sassi

Consulta il CV europeo di M. Sassi

 

Sassi 2010

Margherita nasce a Pescara nel '76 da genitori docenti di educazione fisica, entrambi diplomati sul finire degli anni '60 all'Istituto Superiore di Educazione Fisica (ISEF) di Roma "Foro Italico". Nell'età dello sviluppo assorbe gli insegnamenti sia della madre che del padre, li rielabora e pratica sport come abitudine. Nel frattempo, sceglie di giocare a pallavolo e lo fa a livello agonistico. Arrivata all'università, entra nella Robur Tiboni Urbino, militante in B2, ma presto decide di cominciare ad allenare, sempre nella FIPAV. Si dedica così all'avviamento dei giovani e prosegue a scartamento ridotto l'esperienza da atleta in serie C e per finire nella UISP.

Da professionista, come psicologa, prende le mosse dal liceo psicopedagogico pescarese - diplomandosi (a pieni voti) con una tesina sulla psicomotricità (1993-94). Frequenta l’università urbinate - laureandosi (con lode) dottore in psicologia con una tesi sperimentale applicata allo sport (1998-99) - e arriva così all’abilitazione presso "La Sapienza" (Roma). L’iscrizione all'Albo degli Psicologi dell'Abruzzo (n. 645) è presto fatta (nel 2002).
Nel frattempo porta a termine il Master in Psicologia dello Sport (nel 2000), diretto dal prof. Stefano Tamorri, presso la Scuola Superiore di Psicologia dello Sport, Centro di Preparazione Olimpica Acqua Acetosa "Giulio Onesti" (Roma) e si specializza in psicoterapia cognitivo-comportamentale (nel 2007).

Formazione personale e attitudine professionale vengono spese in favore dello sport, promuovendo l'integrazione tra mondo accademico, settore sanitario, ambiente sportivo e scolastico.

Nel 2013, forte di un'esperienza ventennale alle spalle, apre il Centro di Psicologia dello Sport di Pescara, con l'obiettivo di accogliere e sostenere il cliente riconoscendone esigenze e caratteristiche.

Ad oggi, indaga e interviene nelle dinamiche comportamentali che vedono coinvolto l'atleta. Lavora con le Società sportive, affiancando squadre, staff dirigenziali, tecnici e collaboratori. In caso di necessità, supporta il singolo professionista attraverso un training cognitivo e intuitivo, diretto ad affinare processi funzionali alla salute, alla prestazione e al risultato.

La missione personale è promuovere il gioco (soprattutto tra i giovani) e la persona fisicamente educata. Nella stessa prospettiva, è ideatrice del primo neologismo sportivo unificante creatività, sensibilità e qualità - cresibilità® - ed autrice di due romanzi (Stop & Go e La regola del libero). Dal 2023 è specialista ambulatoriale, in qualità di psicoterapeuta con specifiche competenze e una documentata esperienza in psicologia dello sport, presso la UOS Dipartimentale Medicina dello Sport, ASL Pescara.