R. Martens - Psicologia dello sportSelezione a cura di M. Sassi - Psicologia dello sport. Manuale per gli allenatori di Martens R., Bump L.A., Borla (1991)

Pagg. 115-6; 120-1


L’apprendimento delle abilità psicologiche

Il Programma di Allenamento di Abilità Psicologiche, Psychological Skills Training, PST è insegnato attraverso un processo di tre fasi:

1) educare gli atleti ad ogni abilità psicologica, così che essi possano riconoscere che queste abilità possono essere veramente apprese, capire come queste abilità influenzano la loro prestazione e imparare come sviluppare queste abilità;
2) aiutare gli atleti ad acquisire queste abilità attraverso uno strutturato programma di allenamento, usando le migliori informazioni disponibili;
3) praticare queste abilità in modo che vengano integrate nella gara.

L’unico modo affinché queste abilità vengano ben sviluppate è quello di praticarle fino a che non diventino abituali. Riconoscerete queste fasi: educare, apprendere, praticare, come le stesse fasi che usate per insegnare le abilità fisiche.
Le strategie per apprendere queste abilità implicano i seguenti processi;
a) automonitoraggio - una volta che l’abilità è stata presentata agli atleti, viene chiesto loro di tenere un diario che registri i loro progressi e che dimostri che quella particolare abilità psicologica si sta sviluppando;
b) autovalutazione - qui gli atleti confrontano l’informazione ottenuta dall’automonitoraggio con lo standard che si sono proposti per quella particolare abilità;
c) autorinforzo - questa è la risposta degli atleti alla loro valutazione. Molti atleti non si ricompensano adeguatamente nel fare progressi verso le loro mete di prestazione fisiche e psicologiche. Ma questo è un passo importante nell’aiutare a sviluppare le abilità psicologiche.

***

Il ruolo dell'allenatore

La chiave per il successo del PST è l’allenatore. Non solo deve credere nel valore di questo tipo di allenamento, ma lo deve capire allo stesso modo in cui crede nelle abilità e tattiche del suo sport. Poi deve volere integrare il programma di PST come parte normale di un programma di allenamento. Può trovare utile la consulenza di uno psicologo dello sport per aiutarlo ad iniziare il programma di PST, anche se alla fine il maggiore responsabile è l’allenatore. Sarà necessario insegnare e perfezionare le abilità psicologiche quotidianamente, così come insegna e raffina quotidianamente quelle fisiche. L’impegno dell’allenatore verso il programma aumenta quello degli atleti verso il programma.


Alcuni evitano il programma di PST a causa della loro scarsa preparazione in campo di psicologia educativa dello sport. Questo è comprensibile, ma si deve riconoscere che i tempi stanno cambiando e gli allenatori progressisti, oggi e tutti quelli di domani, acquisteranno quel poco di più attraverso il PST. Se non ci si prepara ad insegnare il PST si privano i propri atleti di un vantaggio che avranno altri atleti.
Alcuni allenatori considerano il PST troppo faticoso. Essi guardano a risultati rapidi. Useranno il PST quando la motivazione potrà essere iniettata con una siringa (ed alcuni hanno cercato di farlo), quando la fiducia in sé potrà essere ingoiata sotto forma di compresse e quando l’ansia potrà essere pompata via dall’organismo con un clistere. Una tale pozione magica non esiste e non si prospetta neanche all’orizzonte e, se fosse scoperta, speriamo che sia proibita.
Gli allenatori che vogliono insegnare il PST aiuteranno gli atleti ad evitare la frustrazione dell’apprendimento per prove ed errori nell’acquisire abilità psicologiche che aumenteranno la probabilità che il progresso psicologico e fisico raggiungeranno nello stesso momento il massimo. Questi allenatori aiuteranno gli atleti ad evitare un eccessivo allenamento fisico ed un esiguo allenamento mentale. Questi allenatori insegneranno agli atleti non solo le abilità per vincere una gara, ma le abilità per vincere la gara per la vita.

 

👉 RAINER MARTENS, Rainer Martens is a former Professor of Kinesiology at the University of Illinois (1968-1984) and the founder and president of Human Kinetics, the world's largest publisher of sport, physical activity, and health resources as of 2020. Martens served as president of the American Academy of Kinesiology and Physical Education and the North American Society for Psychology of Sport and Physical Activity. He was a board member of many organizations, including the American College of Sports Medicine, the National Association for Physical Education in Higher Education, and the American Academy of Physical Education. Over the course of his long career as coach, professor, researcher, and publisher, Rainer Martens received numerous awards and recognitions, including the Soccer Association for Youth Gold Ball Award (1985) and the Meritorious Service Award of the National Recreation and Park Association (1987). Rainer was inducted into the National Association of Sport and Physical Education Hall of Fame in 2001 and the National Senior Softball Hall of Fame in 2009.

Rainer Martens was born November 8, 1942 in Russelsheim, Germany. He earned a B.S.E. degree in Physical Education from Emporia State University in 1964 and an M.S. from the University of Montana in 1965. Martens received his Ph.D. from the University of Illinois at Urbana-Champaign in 1968 and became Assistant Professor of Kinesiology at the University of Illinois. In 1984, Martens stepped down from his academic position at the University of Illinois in order to focus full-time on his publishing company, Human Kinetics, which he had founded in 1974. Rainer Martens is the author of more than eighty scholarly articles and seventeen books. In 1977, he published the Sport Competition Anxiety Test (SCAT), the first instrument to assess sport-specific anxiety. His book Successful Coaching, first published in 1981, is the most widely adopted coaching textbook on college campuses, with more than a million copies sold. As an internationally recognized sport psychologist, Martens worked with athletes at all academic and professional levels. He served on the Executive Council of Kids Wrestling International (1977-1981) and the Boys Clubs of America National Advisory Council (1982-1984). He was also the Sports Medicine Director of USA Wrestling (1977-1982). Martens was the U.S. Nordic Ski Teams Sport Psychologist from 1978 until 1984 and accompanied the team to the 1984 Winter Olympic Games in Sarajevo.

As faculty, founder and president of Human Kinetics, Rainer Martens has published books, journals, videos and online courses in the sports, fitness, and physical activity fields. The company's headquarters are located in Champaign, Illinois, with subsidiary offices in Canada, England, Australia, and New Zealand. In 1981, Martens founded the American Sport Education Program, a division of Human Kinetics. Currently known as Human Kinetics Coach Education, the organization has trained almost two million coaches through partnerships with state high school associations, state departments of education, and local school districts. In 2017, the Rainer and Julie S. Martens Foundation donated $4.4 million to the Champaign Park District for the establishment of a Community Center for recreational, athletic, educational, and community activities at the Human Kinetics Park in Champaign, IL.

Fonte: University of Illinois Archives

Per saperne di più su R. Martens guarda il video

👉 LINDA A. BUMP