teoria e attività n. 10 - 2023

👉 Memoria e apprendimento

Tra le diverse forme di memoria, come essere umani, disponiamo di una memoria di lavoro (o working memory), una specie di magazzino che utilizziamo per un tempo ridotto. La particolarità è che le informazioni registrate in forza di questo meccanismo diventano oggetto di una serie di processi cognitivi, come ad esempio la capacità di decidere e di ragionare. Entrando nel merito degli sport di squadra, ad esempio, eseguire un automatismo motorio all’interno di una strategia, considerata anche la conoscenza del contesto entro cui si gioca la partita, significa appunto attingere alla propria memoria di lavoro che può essere sia di tipo verbale che spaziale.

In generale, la memoria è un sistema dinamico, in continuo cambiamento e risente delle richieste ambientali; l’estrema funzionalità della memoria di lavoro è riconducibile alla preziosa possibilità di aggiornare le informazioni mettendole al servizio di ulteriori operazioni mentali. Pertanto controllare e pianificare il proprio comportamento non può prescindere da questo processo cognitivo che naturalmente va affinato con l’esercizio.


 

Per scaricare la versione integrale del documento clicca qui.