cresibilità® s.f. - Termine coniato nel 2013 da Margherita Sassi, che allude ad un paradigma ispirato alla creatività, alla sensibilità e alla qualità delle attività sportive; dal punto di vista personale e sociale, manifesta il passaggio da un’organizzazione piramidale a quella propria del networking.

La cresibilità® è tipica di un’organizzazione sportiva con un elevato tasso di competenza, un forte impulso alla sperimentazione e una decisa permeabilità alle influenze circostanti.

L'effetto del paradigma è rintracciabile nel miglioramento del settore giovanile - in rapporto al metodo lavorativo dell’ambiente circostante (per es. delle società sportive) - e del tessuto socio-sportivo allargato.

Gli approcci possibili corrispondono a tre ambiti d'indagine: creatività, sensibilità e qualità; mentre il rapporto d'interdipendenza tra questi ultimi definisce l’opportunità di conferire maggiore resilienza al sistema sportivo, basato su processi formativi a tutela della salute psicofisica della collettività.

La cresibilità® rappresenta un catalizzatore dell’interesse per lo sport, punta ad accrescere le piattaforme di coinvolgimento, considerando le attività di ricerca e sviluppo, e contribuisce così ad un’evoluzione ragionata della dicotomia tra sportivi e non sportivi, un esito di obsoleti processi di classificazione sul piano psicosociale.